Mourinho vs Conte: “Non perderò i capelli parlando di lui”

Amici mai, come confermano gli attriti della passata stagione. Vero, ad un certo punto Antonio Conte aveva anche cercato di smorzare le tensioni definendo quello con José Mourinho “solo un conflitto sportivo”, ma alla prima occasione utile, l’attuale allenatore del Chelsea una battutina al veleno contro l’ex tecnico Blues l’ha piazzata. “Sappiamo che la prossima stagione sarà difficile e di certo vogliamo cercare di evitare la stagione di Mourinho. Due anni fa la squadra è finita decima e non vogliamo che si ripeta”, aveva infatti detto Conte a ESPN dopo la sconfitta contro l’Inter a Singapore.
NON PERDO I CAPELLI — E anche se il riferimento ci stava tutto, visto che nel 2015 i Blues iniziarono il campionato da campioni in carica e con Mou al comando, salvo poi ritrovarsi a dicembre al sedicesimo posto e col portoghese messo alla porta, era praticamente scontato che lo Special One non lo avrebbe gradito per niente. E quale miglior occasione dell’odierno compleanno di Conte (il 31 luglio compie infatti 48 anni) per rifilargli un dolcetto non meno avvelenato? “Non so, potrei rispondere in molti modi – ha infatti replicato Mourinho quando gli è stato maliziosamente chiesto un commento alla frase del collega – ma non ho intenzione di perdere i miei capelli parlando di Antonio Conte”. Manco a dirlo, ogni allusione ai problematici trascorsi tricologici dell’ex allenatore della Juventus è chiaramente voluta.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here